Universal Interior Design

Uniamo le nostre competenze e le nostre esperienze per esplorare a fondo il tema della progettazione in ogni sua forma, verso un approccio progettuale e costruttivo centrato sulle persone.

Questo progetto pone al centro l’uomo e promuove l'importanza di aspetti spesso trascurati, ma fondamentali per tutti.

Ci impegniamo ad affrontare e approfondire questioni fondamentali nella progettazione di spazi, con l'obiettivo di rendere gli ambienti in cui viviamo accessibili a tutti.

Cerchiamo di comprendere e spiegare il significato delle forme, dei colori, dei materiali e il loro impatto sulle nostre vite.

Attraverso un approccio di ricerca strutturato, ci proponiamo di favorire la creazione di ambienti inclusivi. Questa è una scelta consapevole, motivata dalla volontà di trasformare i limiti in soluzioni apprezzate da tutti, contribuendo così alla creazione di un mondo più accessibile.

Condividiamo con la Fondazione Un Futuro per l’Asperger l’impegno in termini di inclusione sociale e i corsi proposti includeranno sempre un’ attenzione particolare sull’architettura inclusiva.

Insieme abbiamo deciso che, tutte le quote di iscrizione raccolte per i corsi del progetto "Universal Interior Design", saranno integralmente devolute alla Fondazione Un Futuro per l’Asperger.

Arch. Memo Colucci, Arch. Carlo Donati, Arch. Maurizio Lai

Arch. Stefano Menotti Colucci

Laureato al Politecnico di Milano Facoltà di Architettura ha insegnato presso la Facoltà di architettura e presso la Facoltà di Disegno Industriale del Politecnico di Milano. Autore di numerose pubblicazioni è impegnato nella progettazione architettonica operando su diversi temi progettuali anche complessi come la progettazione industriale e ospedaliera, per la quale ha sperimentato nuove metodologie progettuali offrendo un grande contributo alla umanizzazione delle strutture sanitarie e socio – assistenziali.

Vice presidente dell’associazione Metropolis attiva nello sviluppo della Legge Regionale sulla Rigenerazione Urbana.

Attualmente è impegnato nella progettazione della gigafactory De Nora: la più importante fabbrica a livello internazionale per la produzione di green hydrogen, il progetto deriva dall’ambito di rigenerazione di un antico sito industrial nell’hinterland milanese. A livello internazionale è impegnato nello sviluppo del sito archeologico di Al Una Saudi Arabia.

L’ambito del Design è stato affrontato attraverso lo sviluppo di prodotti di arredo e produzioni industriali in ambito health Care.

LinkedIn

Arch. Carlo Donati

Laureato in Architettura al Politecnico di Milano, dopo la collaborazione con lo studio Belgiojoso BBPR (che progettò Torre Velasca) e lo studio Gregotti Associati International, nel 1996 fonda a Milano la Farnese Contract. Nel 1999 nasce Carlo Donati Studio, focalizzato sulla progettazione di ville e abitazioni esclusive, negozi e resort in Italia e nel mondo. Realizzazioni suggestive che diventano ambientazioni per spot e film.

Tra queste, la villa che nel 2005 viene scelta dal regista Ferzan Ozpetek per ambientarvi «Cuore Sacro». Dopo aver seguito come consulente per l’architettura a New York il marchio Gianni Versace sia per la Townhouse  sia per il flagship store nella Fifth Avenue e in Italia i brand Aldo Coppola, Colefax & Fowler, Linea più, lo Studio si occupa oggi della direzione artistica del gruppo Slowear per cui ha realizzato showroom e negozi in tutto il mondo. Lo Studio Donati si è aggiudicato il concorso per la realizzazione del masterplan ampliamento di Segrate, Milano.

È anche impegnato nel campo del furniture design in collaborazione con i marchi Covet House e Spaghetti Wall. Lo Studio tiene corsi di aggiornamento professionale per architetti; i suoi lavori, oggetto di interesse da parte della stampa internazionale, sono pubblicati sulle più autorevoli riviste del settore e su numerosi volumi sia in Italia sia all’estero. 

LinkedIn

Arch. Maurizio Lai

Architetto, scenografo e designer, Maurizio Lai è interprete originale di un’estetica contemporanea, in cui la luce gioca un ruolo fondamentale.

Ha studiato a Venezia e Milano, dove si è laureato. Ha iniziato la sua carriera disegnando per la televisione e la moda, per estendere rapidamente l’attività al settore commerciale e dell’ospitalità. I suoi progetti rappresentano lo scenario di una ricerca espressiva, che si manifesta nell’ambiente costruito come impatto visivo e creazione di esperienza, mentre si traduce più delicatamente nella progettazione residenziale privata.

Il suo studio si distingue per offrire soluzioni esclusive e personalizzate in ambito di architettura, interior e lighting design, in collaborazione con una rete di produttori esperti, secondo i principi della Design Excellence. Ampiamente riconosciuto, il suo lavoro appare nelle più autorevoli pubblicazioni di architettura e design. Accanto alla pratica, collabora con prestigiose istituzioni educative, come il Politecnico di Milano, Spd e Iulm, tra gli altri, tenendo laboratori e ricevendo delegazioni internazionali.

LinkedIn

CORSO DI INTERIOR DESIGN

design-MI

Inizio corso: ottobre 2024

Durata del corso: 450 ore

Il corso di Interior Design promosso dalla Fondazione un Futuro per l’Asperger in partnership con l’Arch Memo Colucci, l’Arch Carlo Donati e l’Arch. Maurizio Lai, mira a formare professionisti in grado di interpretare lo spazio e trasformarlo in un ambiente capace di coniugare estetica e destinazione d’uso in accordo con le ultime evoluzioni del design degli interni.

L’Interior Designer è una figura professionale tecnica e creativa, sempre aggiornata sulle tendenze in continuo cambiamento del settore e capace di individuare i valori e le criticità di uno spazio e di proporre soluzioni innovative e contemporanee che rispecchiano le aspirazioni, i bisogni e gli stili di vita della committenza.

Articolato in 450 ore di lezione, il tracciato didattico è diviso in tre segmenti.

Il primo a carattere più teorico volto a fornire allo studente una introduzione alla disciplina considerata nei suoi aspetti fondamentali con un affondo sulle espressioni artistiche, le influenze e i momenti topici che hanno caratterizzato l’Interior Design.

Il secondo, più metodologico-progettuale finalizzato a preparare i discenti ad affrontare i momenti di ricerca e concept, che saranno centrali per definire gli obiettivi e il reale valore di un progetto.

Il terzo di carattere pratico, votato a trasferire agli studenti, non solo le competenze tecniche per realizzare una progettazione di interni, ma anche le abilità grafiche per rappresentare e veicolare la complessità e la ricchezza dei valori espressivi  della stessa.

Il 30% delle ore di corso saranno dedicate al workshop di sintesi finale, durante il quale attraverso un approccio project based learning, gli studenti saranno invitati a realizzare in autonomia un progetto finale di Interior Design partendo dall’ideazione del concept al disegno e alla documentazione del lavoro realizzato.

Lo scopo della didattica-in situazione è quella di entrare nel vivo e nella specificità di ciascuno insegnamento trasferendo la fase metodologica e integrandola con l’ applicazione pratica.

Ricevuto il brief di progetto, gli studenti dovranno dar evidenza, dalla progettazione iniziale fino allo styling finale, di aver acquisito la capacità di interpretare correttamente le richieste del cliente, comprendendone i gusti, le aspettative e realizzando un progetto in linea con le sue preferenze e il budget proposto.

Tra le conoscenze tecniche trasferite spiccano l’utilizzo del software professionali come Sketch-Up, per la modellazione 3D, Photoshop® per composizioni grafiche, tecniche di fotomontaggio e fotoritocco e di Indesign per l’impaginazione editoriale.

Molta importanza sarà attribuita al trasferimento di competenze di arredo e di progettazione dell’identità visiva di uno spazio, attraverso la definizione di materiali, colori, finiture e nozioni di illuminotecnica.

Centrale sarà il modulo dedicato propriamente al Design degli Interni, ai principi di Ergonomica e alle tecnologie dei materiali.

In aggiunta alle materie suddette viene proposta un’unita formativa di carattere teorico-laboratoriale legata ai principi dello styling e del set fotografico, durante la quale verranno approfondite le tecniche di base per scattare still life e immagini di interior design, attraverso lo studio della prospettiva e delle tecniche di composizione e proporzione all’interno della scena.

Tutte le quote di iscrizione raccolte per i corsi inclusi nel progetto “Universal Interior Design” saranno integralmente devolute alla Fondazione “Un Futuro per l’Asperger”.

Per ulteriori dettagli riguardanti questo corso, vi preghiamo di contattare la segreteria all’indirizzo e-mail segreteria@scuolafuturolavoro.it

LECTURE MAGGIO 2024

Un viaggio emozionante per esaminare i vari aspetti che definiscono e influenzano gli spazi in cui viviamo. Dalle sfumature del colore alla salute ambientale, passando per l’ispirazione cinematografica, ogni conferenza offre uno sguardo unico e stimolante sul mondo dell’interior design contemporaneo.
Tutte le conferenze si svolgeranno presso Scuola Futuro Lavoro IN Via Ondina Valla 2 a Milano.

Martedì 7 maggio ore 18:00

Arch. Carlo Donati

IL VALORE DEL CROMATISMO NELLA PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA

Martedì 14 maggio ore 18:00

Arch. Memo Colucci

LA TERZA PELLE, ASPETTI SULL’INQUINAMENTO DOMESTICO

Giovedì 23 maggio ore 18:00

Arch. Carlo Donati

IL DESIGN E LA CASA D’AUTORE NEL CINEMA

Le conferenze sono ad accesso libero, tuttavia è necessario registrarsi per partecipare.

Per iscriversi, Vi preghiamo di inviare un’email alla segreteria all’indirizzo segreteria@scuolafuturolavoro.it, indicando nome, cognome e data conferenza di interesse.

 

NEWSLETTER

Subscription Form